Top
  /  Consigli e tutorial   /  Meglio al sole che male accompagnate. Come trattare le macchie della pelle.
Macchie della pelle | Uniqa

Come trattare le macchie e le discromie della pelle con una cura domiciliare?

Acido ascorbico in concentrazione del 20%, Retinolo in alta concentrazione e Fotoliasi sono alcuni dei principi attivi che utilizziamo per attenuare le “Iperpigmentazioni”, cioè le discromie cutanee causate da danno solare o da squilibrio ormonale e che possono essere spesso trattate efficacemente con un percorso domiciliare.


Cosa sono le discromie cutanee?

Più comunemente definite con il termine macchie, le discromie cutanee sono fondamentalmente il segnale del malfunzionamento di una particolare cellula della pelle: il Melanocita. Questa cellula è la responsabile della produzione di melanina, la sostanza pigmentante che in estate ci regala l’abbronzatura e che ci protegge dall’azione nociva dei Raggi UV.

Una scarsa produzione di melanina porterà alla comparsa di una macchia “chiara”, ovvero di una IPO PIGMENTAZIONE. Un’eccessiva produzione della stessa sostanza porterà alla comparsa di una macchia più scura, una IPER PIGMENTAZIONE. Le discromie sono molto varie e presentano forme e tonalità differenti indipendentemente dalla causa della loro comparsa.

Nonostante siano un inestetismo piuttosto complesso da trattare, la cosmesi moderna ha individuato alcune soluzioni efficaci per attenuarle e per ridurne dimensioni e tonalità.


Quali sono le cause della comparsa delle discromie cutanee?

Una prima distinzione fondamentale per conoscere le discromie è legata alla causa che sta dietro la loro comparsa.

Una scorretta esposizione al sole è una delle cause più comuni di insorgenza delle iper pigmentazioni (leggi qui per scoprire come esporti correttamente e prevenire la comparsa delle macchie cutanee). Un’esposizione scorretta e prolungata nel tempo poi, può accelerare il processo di Foto Invecchiamento creando danni che potranno diventare visibili con il passare degli anni. Noteremo la comparsa di macchie scure nelle zone maggiormente esposte al sole come il viso (ed in particolar modo fronte, naso e zigomi), le mani, le braccia e le gambe, oltre all’ispessimento della cute nelle stesse aree abbinata ad una perdita di elasticità del tessuto.

Gli squilibri ormonali sono un’altra causa comune nella comparsa delle discromie. Alcuni esempi piuttosto conosciuti sono il Melasma ed il Cloasma gravidico, discromie comuni ad esempio nelle donne in stato interessante connesse all’alterazione dei normali equilibri ormonali.

Cicatrici e danni all’epidermide di vario genere possono infine assumere pigmentazioni particolari ed assomigliare a macchie o aloni; un esempio comune sono le lesioni da Acne che possono evolvere in cicatrici pigmentate e quindi molto visibili


Come prendersi cura della pelle ed attenuare le discromie?

La prevenzione è l’arma più importante che abbiamo per rallentare o evitare la comparsa delle discromie. In questo articolo abbiamo parlato approfonditamente dei suggerimenti per esporsi correttamente al sole in estate, ma dobbiamo ricordare di esporci correttamente al sole anche in inverno. L’utilizzo di un buon foto protettore anche durante la stagione fredda è fondamentale per proteggere la pelle dall’azione dannosa dei Raggi UV; proprio per questo, negli ultimi anni, sono stati formulati molti prodotti per il viso che contengono fattori di protezione dagli UV, garantendo così una protezione quotidiana associata ad altre importanti azioni come l’idratazione o il contrasto alle rughe o ad altri inestetismi.

Raggi UV | UNIQA

In ogni caso, e come abbiamo detto in precedenza, ogni macchia è diversa e, nel caso di una iper-pigmentazione che compare all’improvviso o che si modifica nell’aspetto, è bene avere il parere di un dermatologo o di un medico estetico prima di iniziare un qualsiasi trattamento. Meglio diffidare dei numerosi rimedi “Fai da te” che si trovano su Internet, ed affidarsi a persone esperte e preparate che ci indirizzeranno verso le soluzioni più adatte alle nostre esigenze.

 

Mentre dal punto di vista medico ablazioni Laser e Peeling chimici sono le soluzioni più utilizzate, dal punto di vista cosmetico esistono oggi diverse valide opportunità. Tra le più diffuse c’è l’utilizzo di prodotti ad alto contenuto di Vitamina C come UNIQA Vitamina C FORTE, un prodotto in monodose che contiene Vitamina C (Acido Ascorbico) in concentrazione del 20%.

UNIQA C Forte | UNIQA

La Vitamina C è un naturale regolatore dell’attività del melanocita e riesce ad attenuare macchie e discromie già nel primo mese di utilizzo. UNIQA Vitamina C Classica, con una concentrazione di Acido Ascorbico puro del 10%) è invece consigliata nel caso di macchie ancora poco evidenti o in via preventiva per ridurre la possibilità di comparsa di iperpigmentazioni antiestetiche.

Nel caso di una pelle con discromie o che inizia a presentare i segni del foto invecchiamento (attenzione, spesso questi segni sono nascosti, ma parleremo presto di come scoprirli in anticipo) si possono utilizzare principi attivi come la Fotoliasi, un enzima capace di riparare i danni dei raggi UV al Dna delle cellule. UNIQA DNA è una formula innovativa in monodose capace di RIPARARE grazie all’azione della Fotoliasi, ma anche di PROTEGGERE grazie ad una protezione SPF 30 (Ma attenzione! In caso di esposizione prolungata, è sempre fondamentale utilizzare Fotoprotettori ad alto fattore di protezione!)

Enzima Fotoliasi | UNIQA

Infine, le pelli sensibili sono più esposte alla comparsa di macchie ed inestetismi: è bene quindi preoccuparsi di ripristinare il corretto funzionamento della barriera cutanea con una buona idratazione e con il supporto di una formulazione protettiva e RISTRUTTURANTE come UNIQA PEPTIDE SHIELD.

v