Top
  /  Consigli e tutorial   /  Una pelle sana inizia da una barriera cutanea sana
Pelle sana e barriera cutanea | UNIQA

Dopo anni di assedio la città di Troia cadde a causa di uno stratagemma messo in atto dai Greci. Ma cosa c’entra questo con la nostra pelle e la barriera cutanea. Scopriamolo insieme.

La città di Troia era difesa da una possente cinta muraria e resisteva ormai da lunghi anni agli attacchi dell’esercito greco, fino al giorno in cui Ulisse ideò uno stratagemma che tutti noi conosciamo come “Il Cavallo di Troia”. Immaginiamo ora la nostra barriera cutanea come un’inespugnabile città fortificata, che resiste da anni ai continui attacchi degli agenti esterni (il freddo, il vento, i raggi uv, i detergenti etc. etc.). La nostra barriera cutanea è in grado di resistere per anni a molti attacchi, a meno che non succeda qualcosa di imprevisto…Proprio come successe ai Troiani.

 

I tre sistemi di difesa delle barriera cutanea

La nostra Barriera Cutanea è fatta in modo da resistere ad ogni aggressione grazie a tre sistemi di difesa: il primo è lo Strato Corneo (cioè la parte più esterna della pelle), il secondo un insieme di proteine prodotte dalla pelle, ed un terzo formato da cellule (chiamate “immunitarie”), che funzionano da sentinelle e che danno l’allarme in caso di invasione.

Se tutti i tre i sistemi di difesa funzionano bene, la città (cioè noi) è al sicuro! Ma come tutte le difese, bisogna averne cura, e fare molta manutenzione perché i pericoli sono sempre in agguato.

 

Cosa può danneggiare le nostre difese?

Gli attacchi possono arrivare da molte direzioni. Una pratica apparentemente innocua come la detersione, può danneggiare le nostre difese se è troppo aggressiva o troppo frequente (e lo abbiamo vissuto sulla nostra pelle in quest’ultimo periodo), intaccando il primo livello di difesa, lo strato corneo.
Ma anche il sole, la salsedine, l’uso (e a volte l’abuso) di prodotti cosmetici non molto ”gentili” con la pelle, trattamenti estetici con azioni meccaniche o chimiche (attenzione ai Peeling chimici), alcune patologie come la Dermatite Atopica, e molti altri fattori possono incrinare la nostra barriera di difesa.

 

Quali sono i segnali di una barriera cutanea indebolita?

Una volta superate le “mura” che ci difendono, i danni possono poi facilmente diffondersi. Per fortuna la pelle ci parla attraverso segnali molto chiari: secchezza, desquamazione, rossore, prurito sono le parole attraverso le quali la pelle ci comunica che ha bisogno di aiuto. Attenzione non tutto è perduto: se ci preoccupiamo di mantenere integra la nostra barriera, e di reintegrarla quando notiamo i sintomi della sua sofferenza possiamo limitare ed in alcuni casi annullare i danni di queste aggressioni.

Uniqa Peptide Shield trattamento in monodose per pelle sensibile, pelle arrossata, pelle stressata.
UNIQA Peptide SHIELD Il nuovo trattamento “scudo” in monodose che, con l’azione di tre peptidi e la tecnologia Cosmetic Drone™ by Infinitec Barcelona, protegge la pelle, rinforza e ripristina le sue naturali difese.

 

Come prendersi cura della barriera cutanea?

Oltre a mantenere uno stile di vita sano, non eccedere nella detersione, evitare di esporsi troppo agli agenti atmosferici etc. etc. è possibile supportare la barriera cutanea nella sua attività attraverso l’uso continuo di sostanze come le Vitamine (ed in particolare la Vitamina E) o di alcuni nuovi ritrovati della ricerca scientifica. Alcuni Peptidi, ad esempio, contribuiscono al mantenimento dell’integrità della Barriera Cutanea o al suo ripristino in caso di stress. UNIQA PEPTIDE SHIELD è la più recente formulazione di Pea Cosmetics, a base di Peptidi bio-mimetici in grado di stimolare il ripristino delle corrette funzioni di difesa della nostra pelle. L’associazione di Vitamina E antiossidante e UNIQA PEPTIDE SHIELD è una valida strategia di difesa contro ogni attacco alla nostra pelle!

 

Se vuoi saperne di più su UNIQA PEPTIDE SHIELD clicca qui


v